Fans club riconosciuto ufficialmente dalla Elvis Presley Enterprises menu
menumore

Movie: WILD IN THE COUNTRY, 1961

(Paese Selvaggio, 1961)

TRAMA:
Dopo una violenta rissa, alIa quale era state incitato dallo stesso padre, Glenn Tyler fugge di casa credendo di aver ucciso il proprio fratello. Ripreso,
viene messo sotto giudizio e il tribunale, nell’intento di recuperarlo, lo affida alIa custodia dello zio Rolfe Braxton, con l’obbligo di presentarsi una
volta alIa settimana dalla psichiatra Irene Sperry.
Glenn si stabilisce in casa dello zio e lo aiuta nello smercio di un ‘miracoloso’ medicinale, che non e altro che alcool con molta acqua. Lo zio ha una
figlia,la diciannovenne Noreen, ragazza madre che vede in Glenn un possibile padre per il figlio neonato. Con la psichiatra Glenn ha inizialmente un rapporto
ostile che però migliora quando la donna, scoperte Ie ambizioni letterarie di Glenn, lo spinge ad incamminarsi su questa strada.
Durante una gita al Luna Park con Betty Lee, amica d’infanzia innamorata di lui, il lato violento di Glenn riaffiora in uno scontro con Cliff Macy, figlio
fannullone dell’avvocato Phil Macy il quale avrebbe, quest’ ultimo, intenzione di divorziare dalla moglie per sposare Irene.
A casa la sensuale cugina Noreen inizia un’opera di tentazione per convincere Glenn a fuggire con lei, e con i soldi del padre. Su suggerimento di Irene
Glenn inizia a scrivere un racconto da presentare a un professore che potrebbe aprirgli la strada per frequentare il college.
Quando il padre di Betty Lee scopre la figlia in atteggiamento confidenziale con Glenn, scaccia il ragazzo come un delinquente. Come conseguenza il rapporto
fra Glenn e la cugina diventa più intimo ed una sera i due, ubriachi, vanno a fare una chiassata davanti alIa casa della psichiatra.
Durante una serata al Luna Park, in occasione del compleanno della cugina, lo zio annuncia a Glenn che il presunto ‘marito’ della ragazza è morto e pertanto
gli offre di diventare suo socio nell’impresa se accetterà di sposare la figlia. Glenn rifiuta ma ne nasce un alterco nel quale il ragazzo colpisce lo zio.
Nel tentativo di evitargli brutte conseguenze, in quanto libero sulla parola, Irene prega l’avvocato Macy di intervenire in modo che Glenn non venga
denunciato dallo zio.
Trovato lavoro in un garage, un giorno Glenn si reca con Irene all’universita per incontrare il professare il quale lo incoraggia a riprendere gli studio
Sulla strada di casa i due si fermano in un motel a causa di un temparale e qui vengono visti da Cliff che mette poi in giro la voce che i due sono amanti. .
Desideroso di vendetta, lo zio Rolfe riporta questa voce all’avvocato Macy il quale poi si reca da Irene per chiedere spiegazioni mentre Glenn è gia da lei a
dichiararle il suo amore. Ne nasce uno scontro alIa fine del quale Glenn, appreso che e stato Cliff a diffondere la calunnia, se ne va con la minaccia di
ucciderlo.
Presa la decisione di scappare con Noreen, Glenn parte col camion dello zio ma in contra Cliff e lo abbatte a pugni. Più tardi i due vengono raggiunti dalla
polizia e Glenn viene arrestato per l’omicidio di Cliff.
All’istruttoria preliminare, Irene testimonia che Cliff era malato di cuore e che pertanto Glenn non è il vero responsabile della sua morte ma Macy, in
contrasto con Irene, dichiara invece che Cliff era sanissimo.
Disperata per tutte Ie calunnie che la coinvolgono Irene torna a casa e cerca di suicidarsi con i gas di scarico dell’auto. Viene salvata all’ultimo momento
ma appena la notizia arriva in aula, Macy modifica la sua testimonianza confermando che il figlio è probabilmente morto per un attacco di cuore.
Tomato libero, Glenn va alIa stazione per prendere il treno che lo porterà al college e a salutarlo c’è Irene che restera ad aspettarlo, mentre Noreen,
osservando da una finestra della stazione, si rende conto che la sua storia con Glenn è chiusa.

CREDITS

Produzione: Jerry Wald

Produttore associato: Peter Nelson

Regia: Philip Dunne

Sceneggiatura: Clifford Odets, basata sui romanzo “The Lost Country” di J.R. Salamanca

Fotografia: Wililiam C. Mellor

Scenografia: Jack Martin Smith e Preston Ames

Assistente regia: Joseph E. Rickards

Costumi: Don Feld

Trucco: Ben Nye

Acconciature: Helen Turpin

Arredamento: Walter M. Scott e Stuart A. Reiss

Musica: Kenyon Hopkins

Autori canzoni: Peretti/Creatore/Weiss, Wise/Weisman, Benjamin/Marcus.

Orchestrazione: Edward B. Powell

Supervisione montaggio: Dorothy Spencer

Consulente tecnico: Colonnello Tom Parker

CAST

Elvis Presley: Glenn Tyler

Hope Lange: Irene Sperry

Tuesday Weld: Noreen

Millie Perkins: Betty Lee Parsons

Rafer Johnson: Davis

John Ireland: Phil Macy

Gary Lockwood: Cliff Macey

Willian Mims: Zio Rolfe Braxton

Raymond Greenleaf: Dr.Underwood

Cristina Crawford: Monica

George Robin Raymond: Flossie

Doreen Long: Mrs.Parsons

Charles Ant: Mr.Parsons

Ruby Goodwin: Sarah

Will Corry: Willie Dace

Alan Napier: Prof. Joe B. Larson

Jason Robards, Sr.: Giudice Parker

Harry Carter: Barista

Harry Sherman: Sam Tyler

Red West: Hank Tyler

Pat Buttram: Mr. Longstreet

Elisha M.Mott Jr.: Milite

Walter Baldwin: Spangler

Mike Lally: Venditore

Joe Butham: Mr.Dace

Hans Moebus: Conduttore

Linden Chiles Jr.: Dottore

Jack Orrison: Coroner

CRITICA

«…un Peyton Place del Sud » (Hollywood Reporter).

« Anche con Mr.Presley tra gli interpreti avrebbe dovuto essere, almeno, un dramma onesto, sebbene non particolarmente brillante. Non lo è. È spudoratamente disonesto. In verità è completamente grossolano nella sua distorsione dei valori umani e delle realtà sociali» (New York Times).

« In Paese selvaggio… c’è troppa carne al fuoco e… si muove su binari troppo collaudati per apparire originale e plausibile. … L’inespressivo Elvis Presley anche in questo melodramma trova modo di inserire qualche canzone» (Corriere della Sera, 10 settembre 1961).

TRIVIA

– La prima visione venne effettuata a Memphis il 15 giugno 1961 mentre la prima nazionale avvenne il 22 giugno.

– Il film venne programmato accoppiato a The Right Approach con Frankie Vaughan, Martha Hyer, Juliet Prowse e Gary Crosby.

– In origine il personaggio di Glenn Tyler avrebbe dovuto essere interpretato dal cantante Fabian.

– In una prima versione il personaggio interpretato da Hope Lange moriva alla fine del film ma la reazione negativa del pubblico a una preprima convinse la

produzione a cambiare il finale.

– In conseguenza della modifica venne tagliato il finale in cui si vedeva Millie Perkins, nella parte di Betty Lee, salutare Glenn in partenza per

l’università, così come venne anche tagliata la scena nella quale la Perkins schiaffeggiava Elvis, cosa che fece con tale forza da slogarsi il polso.

– Durante la lavorazione del film Elvis ricevette in regalo dalla RCA un orologio di platino per il raggiungimento della quota di 75 milioni di dischi

venduti.

– I lettori della rivista americana Teen Magazine votarono Elvis e Tuesday Weld come gli «attori pili deludenti dell’anno».

– La scena nella quale Elvis canta Lonely Man venne tagliata dalla versione finale del film ma parte di essa rimase comunque nel trailer pubblicitario. Anche

Forget Me Never, tagliata dal film, rimase in parte nel trailer inglese.

– Christina Crawford, che nel film fece una piccola parte, era la figlia della ben pili nota Joan Crawford.

– Durante la lavorazione Elvis frequentò Nancy Sharp, una assistente al guardaroba che aveva gia conosciuto suI set di Flaming Star; Ie voci sui. l’idillio

arrivarono persino ad ipotizzare il matrimonio.

– Il film si basava sulla novella “The lost country” di J. R. Salamanca e differiva da esso in quanto il protagonista era uno scrittore e non un artista.

Inoltre colei che nel film è psicologa, nella novella è un’insegnante.

– Durante le Elvis alloggiò al Beverly Wilshire Hotel di Hollywood.

_ Le scene del college furono girate all’UCLA con l’aggiunta di 75 comparse.

_ Vennero filmati due finali: uno nel quale il personaggio di Hope Lange muore ed un altro dove vive e quest’ultimo venne votato come quello definitivo

durante una preview della pellicola.