Fans Club Riconosciuto ufficialmente dalla ELVIS PRESLEY ENTERPRISES

ROUSTABOUT, 1964

(Il Cantante Del Luna Park, 1965)

TRAMA:
Mentre si esibisce come cantante in un “roadhouse” (un bar per automobilisti), il litigioso Charlie Rogers ha una discussione con alcuni avventori con i quali viene poi alle mani e che mette fuori combattimento grazie alla sua abilità nel karate.
Dopo una notte passata in guardina, Charlie esce grazie a Marge, la cameriera del locale innamorata di lui, che gli paga la multa.
Charlie è riconoscente alla ragazza ma, inforcata la moto, va per la sua strada.
Lungo il viaggio si imbatte in una jeep e ha una discussione col suo guidatore, Joe Lean, il quale lo manda fuori strada facendogli distruggere moto e chitarra. Sulla jeep viaggiano Cathy, figlia di Joe, e Maggie Moore, la quale promette di fagli riparare la moto e gli offre nel frattempo un lavoro da uomo di fatica nel luna park di sua proprietà.
Malgrado il parere contrario di Joe, Charlie accetta anche perchè è rimasto affascinato da Cathy.
Giunto al luna park, Charlie fa un giro per conoscere l’ambiente e soprattutto tutte le donne che vi lavorano, compresa la fascinosa chiromante, Madame Mijapou, che poi cerchera di coinvolgere sentimentalmente il giovane, con grande stizza di Cathy.
Il pubblico al luna park non è molto ma Charlie pensa di ravvivare l’ambiente con qualche canzone e quando organizza un vero e proprio show musicale i giovani cominciano ad arrivare a frotte, risollevando la situazione economica di Maggie, che ha già avuto dei solleciti di pagamento dalla banca.
Harry Carver, boss di un luna park molto più importante, sente cantare Charlie e gli offre una compenso più alto per cantare per lui ma Charlie rifiuta.
Una sera, mentre Cathy sostituisce la ragazza che cade nella vasca piena d’acqua quando una palla fa centro, Charlie interviene per far smettere un c1iente che sadicamente sta spingendo troppo oltre il gioco. Ne segue una rissa durante la quale il c1iente perde il portafoglio e accusa Joe d’averlo rubato.
Arriva la polizia e Joe va in prigione ma più tardi, a luna park chiuso, Charlie fa delle ricerche e trova il portafoglio seminascosto sotto il banco.
La mattina dopo, prima di andare alla polizia per chiarire il fatto di Joe, Charlie prova a fare dei giri in moto all’interno del “pozzo della morte” ma alla fine cade malamente e perde il portafoglio che deve restituire; tutti i presenti, compresa Cathy, pensano che l’abbia rubato volutamente per mettere nei guai Joe che ce l’ha con lui fin da quando è arrivato.
Incapace di spiegarsi, Charlie si prepara ad abbandonare il luna park ma mentre sta per andare via, incrocia Joe di ritorno dalla prigione che lo accusa e lo prende a pugni senza che lui reagisca.
Arrivato da Harry Carver e firmato un contratto, Charlie inizia a esibirsi per la sua organizzazione in un vero teatro, riscuotendo un grande successo personale.
Tre settimane dopo Cathy si reca al teatro per dire a Charlie che lo ha perdonato e per chiedergli di tornare al luna park per aiutare Maggie, nei guai per i mancati pagamenti alIa banca.
Charlie accetta ma quando arriva la mattina dopo viene intercettato ancora una volta da Joe che, questa volta, Charlie prende a pugni senza rimorsi.
Con i mille dollari guadagnati al teatro di Carver Charlie tacita la banca e poi, dopo aver dichiarato il suo amore per Cathy, riprende a fare il suo vecchio show al luna park.

CREDITS

Produzione: Hal B. Wallis
Produttore associato: Paul Nathan
Regia: John Rich
Sceneggiatura: Anthony Lawrence e Allan Weiss su una storia di Allan Weiss
Fotografia: Lucien Ballard
Scenografia: Hal Pereira e Walter Tyler
Assistente regia: D. Michael Moore
Effetti speciali: Paul K. Lerpae
Costumi: Edith Head
Trucco: Wally Westmore
Acconciature: Nellie Mauley
Arredamento: Sam Comer e Robert Benton
Coreografia numeri musicali: Earl Barton
Musica: Joseph J. Lilley
Autori canzoni: Giant/Baum/Kaye, Leiber/Stoller, Byers, Tepper/Bennett, Fuller/ Morris/Handrix, Weisman/Wayne, Wise/Starr
Accompagnamento vocale: The Jordanaires
Spervisione montaggio: Warren Low
Consulente tecnico: Colonnello Tom Parker

CAST

Elvis Presley: Charlie Rogers
Barbara Stanwyck: Maggie Morgan
Joan Freeman: Cathy Lean
Leif Erikson: Joe Lean
Sue Ane Langdon: Madame Mijanou
Pat Buttram: Harry Carver
Joan Staley: Marge
Dabbs Greer: Arthur Nielsen
Steve Brodie: Freddie
Norman Grabowsky: Sam, uno studente
Jack Albertson: Lou
Jane Dulo: Hazel
Joe Fluellen: Cody Marsh
Arthur Levy: Gus
Toby Reed: Dick
Ray Kellogg: Ernie
Marianna Hill: Viola
Beverly Adams: Cora
Lester Miller: B.J.
Wilda Taylor: Little Egypt
Billy Barty: Billy il Nano
Richard Kiel: Uomo forzuto
Raquel Welch: Studentessa
Red West: Manovale
The Jordanaires: loro stessi

CRITICA

«Un film con una messa in scena sfarzosa e un copione trito, col miraggio del successo al box-office basato sul richiamo del nome di Presley. Il buon cast fa del suo meglio per controbattere le sciocchezze, ma è una battaglia persa» (Variety).

«...il tema logoro è stato ricomposto con abilità... Le rifiniture sono eleganti e "Roustabout" dovrebbe essere un successo sorprendente» (Hollywood Reporter).

«...il miglior film di Presley nella sua carriera cinematografica» (Los Angeles Herald-Examiner).

«...Presley è, nonostante le guance di maiolica e la voce sussurrante, un "duro" che attacca briga con tutti... Il film è un pretesto colorato senza estro e fantasia per le monotone ma numerose esibizioni canore di Presley» (Corriere della Sera, 7 febbraio 1965).

TRIVIA

- II film venne programmato accoppiato al western "Stage To Thunder Rock", can Barry Sullivan, Scott Brady, Marilyn Maxwell e Lon Chaney Jr.
- Nei primi 10 giorni di programmazione il film incassò 3.800.000 dollari.
- Nella classifica settimanale di Variety alIa data del 2 dicembre 1964, il film salì al numero 8. Per gli incassi del 1965, fu 28°.
- La parte di Maggie Morgan in un primo tempo fu offerta alIa veterana Mae West ma l'accordo non venne concluso.
- II 15 febbraio 1965 una ballerina professionista dal nome Little Egypt fece causa contro la Paramount, la RCA e la Elvis Presley Music chiedendo 2 milioni e mezzo di dollari di danni per l'uso non autorizzato del proprio nome nel film e nella colonna sonora. Perse la causa anche perche il nome in origine fu utilizzato da un'altra ballerina, Catherine Devine, che fece sensazione esibendosi alIa Fiera Mondiale di Chicago nel 1893.
- Raquel Welch debuttò in questo film con la battuta: «Com'é che questo locale lo chiamano sala da te, cara...».
- John Rich (1925) regista specialmente televisivo, ebbe pochi titoli cinematografici all'attivo: "Tra moglie e marito" (1963), "Squadra d'emergenza" (1964), "Boeing Boeing" (1965). Diresse ancora Elvis in "Easy Come Easy Go" (1967).
- Le riprese iniziarono il 9 marzo e terminarono il 20 aprile del 1964.
- Il progetto di questo film venne annunciato nel maggio del 1961.
- Nel film Elvis si sarebbe dovuto chiamare Charlie Main mentre invece di Maggie Morgan, Barbara Stanwyck avrebbe dovuto essere Maggie Moore.
- Gli esterni del film furono girati vicino a Thousand Oaks, California.