Fans Club Riconosciuto ufficialmente dalla ELVIS PRESLEY ENTERPRISES

SONGS

City By Night

Autori: Bill Giant, Bernie Baum e Florence Kaye
Durata: 3’04”
Data di registrazione: 28 giugno 1966 (parte ritmica); 30 giugno 1966 (parte vocale)
Ora di registrazione: 19,00-0,00/1,00-2,45 (parte ritmica); 18,00-0,00 (parte vocale)
Studio di registrazione: Radio Recorders, Hollywood, California (parte ritmica); M.G.M. Sound Stage 1, Hollywood, California (parte vocale)
Numero Master: UPA3-3938
Numero Take: 5
Film di provenienza: “Double trouble” (“Fermi tutti. Cominciamo daccapo!”)
Numero Master del film: 2001
Titolo: City By Night

When shadows beckon
On dim-lit avenues
Night people hear the call
From hidden alleys and secret rendez-vous
They come out one and all

The city by night lies wide-awake
It never sleeps, make no mistake
Whatever sets off the spark
A magic glow lights the dark
And I’m intrigued by the sight
Of the city by night

Those crowded nightclubs
Those picturesque cafés
Are scenes no one forget
And I’m enchanted
As music softly plays
By dancing silhouettes

The city by night lies wide-awake
It never sleeps, make no mistake
The evening’s full of surprise
Its magic opens my eyes
And I’m intrigued by the sight
Of the city by night. Yeah!

Titolo: LA CITTÀ DI NOTTE

Quando ritornano le ombre
Sui viali oscurati
I nottambuli sentono il richiamo
Dai vicoli nascosti e degli appuntamenti segreti
Escono tutti, uno ad uno

La città di notte, giace sveglia
Non dorme mai, non fa nessuno sbaglio
Qualsiasi cosa, fa esplodere la scintilla
Una magica luce illumina il buio
Ed io sono affascinato dalla vista
Della città di notte

Quei night clubs affollati
Quei caffè pittoreschi
Sono scenari che nessuno dimentica
Ed io sono incantato
Da una musica suonata dolcemente
Da sagome danzanti

La città di notte giace tutta sveglia
Non dorme mai, non fa nessuno sbaglio
La serata è piena di sorprese
La sua magia apre i miei occhi
E sono affascinato dalla vista
Della città di notte. Sì!

ALTRE NOTIZIE:

SOVRAINCISIONI: 14 luglio e 18 novembre 1966. Gli strumenti sovraincisi il 14 luglio furono la chitarra di Michael Deasy, il basso di Jerry Scheff, la batteria di Toxey French ed il saxofono di Michael Henderson mentre il 18 novembre furono sovraincise le trombe di Uan Rasey e di George Werth.

EMISSIONI BOOTLEG

“Celluloid rock, volume 2”. 1998, CD. Master.
"A legendary performer, vol. 10". 2007, CD. Versione alternativa.
"Original film music, vol. 1". 1990, CD. Direttamente dalla pellicola del film.

VIDEO: