Fans Club Riconosciuto ufficialmente dalla ELVIS PRESLEY ENTERPRISES

SONGS

Sotto Sezioni

I’ll Take You Home Again Kathleen

Autori: Thomas Westendorf
Durata: 2’23”
Data di registrazione: 19 maggio 1971
Ora di registrazione: 2,00-4,00
Studio di registrazione: B della RCA, Nashville, Tennessee
Numero Master: APA4-1283
Numero Take: 1
Titolo: I’ll Take You Home Again Kathleen

I'll take you home again Kathleen,
Across the ocean wild and wide.
To where your heart has ever been,
Since first you were my bonny bride.
The roses all have left your cheek,
I've watched them fade away and die.
Your voice is soft whenever you speak,
And tears bedim your lovely eyes.

Oh-oh, I will take you home Kathleen,
To where your heart shall feel no pain,
And when the fields are soft and green,
I will take you to your home Kathleen.

Titolo: IO TI RIPORTERÒ ANCORA A CASA, KATHLEEN

Io ti riporterò a casa Kathleen,
Attraverso l’immenso oceano burrascoso.
Dove il tuo cuore è sempre stato,
Ancor prima che tu fossi la mia graziosa sposa.
Tutte le rose hanno abbandonato le tue guance,
Le  ho viste sfiorire e morire.
La tua voce è così flebile, ogni volta che parli,
E le lacrime velano i tuoi incantevoli occhi.

Oh-oh, io ti porterò a casa Kathleen,
Dove il tuo cuore non soffrirà,
E quando i campi saranno soffici e verdi,
Io ti porterò a casa tua Kathleen.

ALTRE NOTIZIE:

SOVRAINCISIONI: 21 e 22 giugno 1971, studio A della RCA, Hollywood.
STORIA DELLA CANZONE: “I’ll take you home again, Kathleen” venne composta da Thomas Westendorf nel 1876, ispirato dalla moglie Jennie che era lontano da casa a visitare dei parenti. Wastendorf basò la sua composizione sulla melodia “Barney, take me home again” di Arthur W. French e di George Brown.
“I’ll take you home again Kathleen” venne registrata da molti artisti nel corso degli anni. Alcuni esempi sono le incisioni di Wil Oakland (1912), Walter Van Brunt (1916) e Slim Whitman (1957). La versione di quest’ultimo raggiunse il 93° posto della Hot 100 di Billboard.
Da segnalare che “I’ll take you home again Kathleen” era la canzone preferita dal famoso inventore Thomas Edison, tanto che venne suonata anche al suo funerale.

EMISSIONI BOOTLEG

“Greetings from Germany”. 1998, CD. Sono incluse tre registrazioni del 1959 eseguite domesticamente in Germania, durante il servizio militare di Elvis a Goethestrasse, Bad Nauheim, vicino a Francoforte (maggio/dicembre 1959).
"Elvis now-The alternate album". 2008, CD. Master.
"The Joan Deary tapes". 2008, CD. Master.
“A profile–The king on stage, vol. 2”. 1996, box di 4 CD. Prova nello studio MGM Stage 1, Culver City, California, 15 luglio 1970. Elvis non canta, suona solo una porzione di questo brano al pianoforte.
“Get down and get with it !”. 1998, CD. Prova nello studio MGM Stage 1, Culver City, California, 15 luglio 1970. Elvis non canta, suona solo una porzione di questo brano al pianoforte.
"Get down and dirty". 2010, 2 CD. Prova negli studi MGM Stage 1, Culver City, California, 15 luglio 1970. Elvis non canta, suona solo una porzione di questo brano al pianoforte.
“For the good times”. 1993, CD. Master senza sovraincisioni.
“Happy days-That’s the way it is rehearserls”. 2006, CD. Prova nello showroom dell’International Hotel, Las Vegas, Nevada. 7 agosto 1970.
“Loose ends, vol. 1”. 1993, CD. Versione lenta (FRA1-8118) di 2’15” registrata in Germania fra il maggio ed il dicembre del 1959 che sarà poi edita dalla Follow That Dream Records nel CD “In a private moment”.
“Old ones, new ones and in between”. 1995, CD. Master.
"Living from day to day chasing a dream". 2013, 2 CD. Dal vivo a Las Vegas, Nevada. 22 febbraio 1973. Dinner show. Si tratta di un accenno.

VIDEO: