Fans Club Riconosciuto ufficialmente dalla ELVIS PRESLEY ENTERPRISES

Notizie dal mondo di Elvis. Marzo / Aprile 2019

Triplo CD “AT THE MOVIES”

L’etichetta europea “Big 3 (H’Art)” emetterà il triplo CD AT THE MOVIES che includerà sessanta canzoni, ovviamente provenienti dai film di Elvis.
Questa emissione sarà disponibile dal 29 marzo 2019.

CD 1:
Love Me Tender – We’re Gonna Move – Mean Woman Blues – (Let Me Be Your) Teddy Bear – Loving You – Got A Lot Of Livin’ To Do – Hot Dog – (Let’s Have A) Party – Young And Beautiful – I Want To Be Free – Don’t Leave Me Now (1) – Treat Me Nice – Jailhouse Rock – (You’re So Square) Baby I Don’t Care – Crawfish – Lover Doll – Trouble – Dixieland Rock – Young Dreams – New Orleans.

CD 2:
King Creole – Hard Headed Woman – Don’t Ask Me Why – As Long As I Have You – Tonight Is So Right For Love – What’s She Really Like? – Frankfort Special – Wooden Heart – G. I. Blues – Pocketful Of Rainbows – Shoppin’ Around – Didja’ Ever – Blue Suede Shoes – Doin’ The Best I Can – Flaming Star – Wild In The Country – I Slipped, I Stumbled, I Fell – Blue Hawaii – Almost Always True – No More.

CD 3:
Can’t Help Falling In Love – Rock-A-Hula Baby – Moonlight Swim – Ku-U-I-Po (Hawaiian Sweetheart) – Slicin’ Sand – Hawaiian Sunset – Beach Boy Blues – Island Of Love – Hawaiian Wedding Song – What A Wonderful Life – Follow That Dream – Angel – King Of The Whole Wide World – Home Is Where The Heart Is – Girls!, Girls!, Girls! – I Don’t Wanna Be Tied – Earth Boy – Return To Sender – Because Of Love – We’re Coming In Loaded.

_________________________________________________________________________________

ELVIS IN THE 60′s (triplo LP)

Dall’8 marzo 2019 sarà disponibile un triplo LP di 48 tracce che focalizza la sua attenzione sui brani di Elvis registrati negli anni ’60.
La label è la “Not Now Music”.
Purtroppo non abbiamo la scaletta ma la copertina è davvero bella.

_________________________________________________________________________________

È morto Chick Crumpacker

Il dirigente della RCA “Chick” Crumpacker è stato uno degli elementi trainanti nel far firmare Elvis per la prima volta con l’etichetta discografica americana. Crumpacker lavorava nella sezione C & W della RCA quando gli capitò di vedere Elvis esibirsi a Richmond, in Virginia, nel maggio del 1955 e annotò: “Elvis era scioccante, era selvaggio, l’effetto era galvanico! Ero sbalordito dalla reazione della gente”.
Crumpacker conosceva anche Parker attraverso il suo legame con Hank Snow. Successivamente acquistò tutti i dischi SUN di Elvis per riferire poi al suo capo Steve Sholes.
Crumpacker avrebbe anche scritto le meravigliose note sulla copertina del dsico “ELVIS”, il suo secondo LP, fornendo una spiegazione musicale appropriata per questa cosa pazzesca che gli altri chiamavano Rock’n'Roll.

Chauncey “Chick” Crumpacker è stato per tre volte produttore e dirigente nominato per la RCA Victor. E’ morto martedì scorso all’età di 91 anni. Nato e cresciuto a Evanston, Illinois, la carriera musicale di Crumpacker iniziò nel 1953 nel dipartimento A & R della RCA Victor poco dopo essersi trasferito a New York.
Oltre a Elvis, ha anche cercato di portare Johnny Cash alla RCA, ma alla fine non ha avuto successo dopo che l’etichetta non ha supportato la mossa.

Crumpacker è rimasto con RCA per 57 anni, per poi passare alla produzione, lavorando con una vasta gamma di artisti tra cui Chet Atkins, Harry Nilsson, Eartha Kitt e Harry Belafonte.
È stato nominato per tre Grammy Awards tra cui la migliore ristampa storica “The Best of Fats Waller”.

Dopo 50 anni di lavoro alla RCA, Crumpacker ha ricevuto una targa dalla compagnia che legge “78s, 45s, LPs, 8 tracce, cassette, compact disc e dvd. Sei stato parte dei più grandi sviluppi sonori del 20 ° secolo. Produttore, Promotore, Autore, Dirigente A & R, Compositore e Archivista, il tuo talento non conosce limiti, conoscerti è un piacere lavorare con te è un sogno che si avvera grazie per aver fatto la storia”.

_________________________________________________________________________________

È morto Hal Blaine

Hal Blaine, il batterista entrato nella Hall of Fame e batterista degli anni ’60 e ’70, che ha suonato con Frank Sinatra, Elvis Presley e i Beach Boys, è morto lunedì scorso per cause naturali nella sua casa di Palm Desert, in California
Aveva 90 anni.

Appresa la notizia della sua morte, Brian Wilson dei Beach Boys lo ha definito “il più grande batterista di tutti i tempi“.

Vincitore di un Grammy Lifetime Achievement Award lo scorso anno, il nome di Blaine era conosciuto da pochi al di fuori dell’industria musicale, anche nel suo periodo migliore.

Ma quasi chiunque abbia un giradischi, una radio o una TV ha ascoltato le sue percussioni su canzoni che includevano “Return to Sender” di Presley, “The Byrds” in “Mr. Tambourine Man, “The Way We Were” di Barbra Streisand, “Good Vibrations” dei Beach Boys, decine di successi prodotti da Phil Spector e le canzoni tematiche di “Batman”, “The Partridge Family” e dozzine di altri spettacoli.

“Hal Blaine era un musicista e un amico talmente bravo che non riesco a esprimerlo”, ha detto Wilson in un tweet che includeva una vecchia foto di lui e Blaine seduto al pianoforte.
“Hal mi ha insegnato molto e ha avuto tanto a che fare con il nostro successo: è stato il più grande batterista di sempre“.

Come membro del gruppo di Los Angeles “The Wrecking Crew”, che comprendeva anche il tastierista Leon Russell, il bassista Carol Kaye e il chitarrista Tommy Tedesco, Blaine ha forgiato un virtuosismo e una versatilità che gli hanno permesso di adattarsi rapidamente ad un vasta gamma di musica popolare. Secondo la Rock & Roll Hall of Fame, ha suonato su 40 successi n. 1 e in 150 top 10.

Blaine ha anche suonato su otto canzoni che hanno vinto Grammys come disco dell’anno, tra cui “Strangers In the Night” di Sinatra e “Bridge Over Troubled Water” di Simon & Garfunkel.

Tra le tante sessioni degne di nota, il suo momento decisivo è stato l’assolo “on the four” solista – Bum-ba-bum-BOOM – che ha lanciato il classico “Be My Baby”, un successo per i Ronettes nel 1963.
La canzone è rimasta una radio base per decenni e ha avuto una nuova vita negli anni ’70 quando è stata usata come tema di apertura di “Mean Streets” di Martin Scorsese e ancora negli anni ’80 quando era presente in “Dirty Dancing”.

Figlio di immigrati ebrei, Blaine nacque nel Massachusetts.
All’età di 8 anni, stava già suonando il tamburo, usando un paio di tasselli che aveva tolto nel soggiorno.
Era un professionista all’età di 20 anni e nel giro di pochi anni passò dal jazz al rock.

_________________________________________________________________________________

Tom Hanks sarà il “Colonnello” Parker in un film

Il giornale Variety riporta la notizia che, nel prossimo film dedicato ad Elvis, con la regia adi Baz Luhrmann, Tom Hanks recitarà la parte del suo manager, il “Colonnello” Tom Parker.

Ad oggi, non si sa ancora chi sarà Elvis in questo film anche se il regista (ricordiamo la sua direzione in “Mulin Rouge”) ha affermato che preferirebbe che quella parte fosse recitata da un nuovo attore.

_________________________________________________________________________________

LOVING YOU in vinile giallo a cura di “Friday Music”

Il 17 luglio 2019, la Friday Music pubblicherà un’edizione limitata in vinile giallo di Loving You.
La scaletta è, per fortuna, identica all’album originale.

LATO A:
Mean Woman Blues
(Let Me Be Your) Teddy Bear
Loving You
Got A Lot O`Livin` To Do !
Lonesome Cowboy
Hot Dog
Party

LATO B:
Blueberry Hill
True Love
Don`t Leave Me Now
Have I Told You Lately That I Love You
I Need You So

_________________________________________________________________________________

ELVIS IN PARIS. Nuovo vinile francese.

Il 13 aprile, per il Record Store Day, sarà emesso in Francia dalla VPI il disco “Elvis In Paris – 60th Anniversary”.
Il vinile è a tre colori,  rosso, blu e bianco e sarà edizione limtata in mille copie, con inserto di 12 pagine.

LATO A:
1. King Creole (Take 18)
2. I Need Your Love Tonight (Take 10)
3. Don’t
4. Wear My Ring Around Your Neck (Take 22 undubbed)
5. My Wish Came True
6. I Got Stung (Take 10)
7. One Night
8. A Big Hunk O’ Love (Take 2),

LATO B:
1. I Beg of You (Take 11 – 13/1/57)
2. A Fool Such as I (Take 3)
3. Doncha’ Think It’s Time (Take 40)
4. White Christmas
5. Hard Headed Woman
6. Tonight Is So Right For Love (Take 9)
7. Almost Always True (Take 5)
8. Can’t Help Falling In Love (Take 13)
9. Extract Of Press Conference 1958
10. Press Conference 1959

_________________________________________________________________________________

Elvis Tour 2019

Una delle più singolari esperienze di concerti degli ultimi anni è destinata a tornare per il 2019 dopo aver conquistato il cuore di critici e fans, dato che Elvis ritornerà nuovamente a The O2 domenica 1° dicembre 2019.

Lo spettacolo vedrà il Re ancora una volta da vicino sullo schermo accanto alla Royal Philharmonic Concert Orchestra dal vivo sul palco, e quest’anno sarà davvero speciale, in quanto saranno anche affiancati da The TCB Band – la band originale di Elvis.

Il tour del 2019 sarà caratterizzato da apparizioni personali di Priscilla Presley e Jerry Schilling, socio a lungo termine di Elvis, che condividerà storie intime, foto personali e film casalinghi rari.

Durante il tour, Priscilla Presley ha dichiarato:
“Siamo tornati e migliori che mai! Sono elettrizzata e onorata di tornare nel Regno Unito. Unitevi a noi in questo spettacolo nuovo di zecca supportato dalla Royal Philharmonic Concert Orchestra, la TCB Band di Elvis ed altre sorprese tra cui Jerry Schilling e me stessa sul palco a condividere le nostre storie. Questo sarà uno spettacolo di una volta nella vita che non vorrete perdere”.

Con Elvis che non ha mai fatto un tour nel Regno Unito, questi spettacoli sono la possibilità di onorare l’eredità di un’icona che ha definito la cultura popolare per oltre mezzo secolo e per i fan di vedere “The King” dal vivo, che non ha mai avuto la possibilità di prima.