Fans Club Riconosciuto ufficialmente dalla ELVIS PRESLEY ENTERPRISES

Homerecorded

Pubblicato nel 1985 da una sconosciuta etichetta (è presente solo la sigla “TO 300″), questo disco include le registrazioni provate effettuate il 27 maggio 1958 in casa di Eddie Fadal, un DJ amico di Elvis, a Waco, Texas; Elvis lo era andato a trovare nel fine settimana, durante il servizio militare che stava svolgendo a Fort Hood, Texas.
Questo materiale era già stato pubblicato nel bootleg del 1978 “Forever Young and Beautiful” dalla “Memphis Flash”.
Si contano due versioni di questo “Homerecorded”: una in vinile nero, l’altra in vinile bianco/rosso/blue, il cosiddetto “splash”, multicolore.
Entrambe le versioni sono provenienti dalla stessa stampa e lo si evince dal medesimo numero di matrice che il disco ha in sè.
La versione in vinile nero ha tre foto di Elvis scattate negli anni ’50, nel periodo pre-armi (lo si capische dal taglio di capelli); la back cover riporta una foto in bianco e nero di Elvis con un disco in mano mentre è abbracciato dal di dietro da Natalie Wood.
Anche la label del disco ha le stesse foto di copertina.
Il materiale di questa pubblicazione sarà poi edito anche in CD nel 1992 grazie alla “TCB Records”, in “Home made recordings”, in una pubblicazione estrapolata direttamente dal vecchio vinile “Homerecorded”.

Il lato A contiene il materiale forse più interessante; dopo qualche dialogo, Elvis si mette a suonare il pianoforte e canta “I Understand Just How You Feel” mentre uno dei figli di Eddie Fadal piange in sottofondo. Da notare che altri pianti si sentono durante l’ascolto del disco…
Quindi Elvis esegue “Happy happy birthday baby” e poi è la volta di Anita Wood, la compagna di Elvis di quei giorni, ad eseguire “I can’t help it”, cosa che le riesce molto bene dopo alcuni tentativi per trovare la ggiusta tonalità. Da notare che Elvis esegue il coro, in sottofondo.
Dopo questa performance, ascoltiamo una discussione durante la quale Anita parla del suo contratto con la casa discografica e della sua prima incisione.
Elvis continua ad accompagnare Anita due volte in altrettante versioni del successo di Connie Francis, “Who’s sorry now”.
Il primo lato del 33 giri termina con Elvis che accompagna vocalmente il disco che stavano ascoltando, “Happy happy birthday baby”.

Il secondo lato di “Homerecorded” inizia con Elvis che, per sei volte, accompagna sempre la canzone “Happy happy birthday baby”.
“Tumbling Tunbleweeds” è una porzione che introduce un altro accompagnamento vocale di Elvis al successo di Fats Domino del 1955, “Baby don’t ya know”. Segue Elvis che gigioneggia un poco con il disco di LaVerne Baker, “Tomorrow night”, facendo voci basse e falsetti, cosa che accade anche con “Little darling” dei “Diamonds”.
Il disco termina con Elvis che ritorna al pianoforte per il GospelJust A Closer Walk With Thee” (anche qua si sentono i pianti di un figlio di Fadal).

Tirando le somme: si tratta di un disco per appassionati di Elvis che possiamo definire “hard core” in quanto il contenuto, quello di una festa privata, è molto particolare ma risulta anche davvero simpatico e molto bello, soprattutto quando Elvis è al pianoforte. Uno spaccato di Elvis “in pantofole” e molto rilassato che è degno di far parte delle collezioni del più grande artista di tutti i tempi.

CANZONI:

LATO A:
1. Dialogo
2. I understand
3. Happy happy birthday baby/dialogo
4. I can’t help it/dialogo [Elvis canta in seconda voce. Prima voce: Anita Wood]
5. Who’s sorry now/dialogo [canta Anita Wood]
6. Who’s sorry now/dialogo [canta Anita Wood]
7. Happy happy birthday baby [Elvis canta con in sottofondo il disco di Anita Wood]

LATO B:
1. Happy happy birthday baby/dialogo [Elvis canta con in sottofondo il disco di Anita Wood]
2. Dialogo/Happy, Happy Birthday Baby [Elvis canta con in sottofondo il disco di Anita Wood]
3. Dialogo/Happy, Happy Birthday Baby [Elvis canta con in sottofondo il disco di Anita Wood]
4. Dialogo/Happy, Happy Birthday Baby [Elvis canta con in sottofondo il disco di Anita Wood]
5. Dialogo/Happy, Happy Birthday Baby [Elvis canta con in sottofondo il disco di Anita Wood]
6. Tumbling tumbleweeds [Elvis canta, in modo scherzoso, sul singolo di questo brano]
7. Baby don’t ya know/dialogo [Elvis canta, in modo scherzoso, sul singolo di questo brano]
8. Tomorrow night/dialogo [Elvis canta, in modo scherzoso, sul singolo di questo brano]
9. Little darlin’/dialogo [Elvis canta, in modo scherzoso, sul singolo di questo brano]
9. Just a closer walk with thee