Fans club riconosciuto ufficialmente dalla Elvis Presley Enterprises menu

THROUGH THE LENS OF PHILLIP HARRINGTON [book+CD]

DISCOGRAFIA FOLLOW THAT DREAM
Data di pubblicazione Marzo 2019
N° Catalogo 506020-975134

Dettagli:

through-the-lens_front

Libro di 314 pagine, con CD allegato, che focalizza la sua attenzione ancora una volta sul 1956.
Sono presenti più di 350 fotografie, 150 delle quali inedite, ovviamente scattate da Phillip Harrington che seguì Elvis per qualche settimana in quel magico anno.
Il CD non offre nulla di nuovo in quanto riporta lo spettacolo del 16 maggio 1956 registrato a Little Rock, Arkansas.

through-the-lens_back

EMISSIONI TRACK LIST

through-the-lens_disc
Dal vivo a Little Rock, Arkansas. 16 maggio 1956.
01) Interview with D.J. Ray Green
02) Heartbreak Hotel
03) Long Tall Sally
04) I Was The One
05) Money Honey
06) I Got A Woman
07) Blue Suede Shoes
08) Hound Dog

RECENSIONI

Di Davide Raga

 

Dopo “Rebel With A Cause” e “The Wild One” , con ‘Through The Lens Of Phillip Harrington’ la FTD chiude la trilogia libro/CD dedicata agli anni ’50 .

Stavolta le foto sono in totale 350 e ben 150 sono assolutamente inedite.
La storia dietro di questi scatti è abbastanza interessante. Nel maggio del 1956 il fotografo Phillip Harrington seguì Elvis in tour per tre giorni, ovviamente immortalando il tutto con la sua macchina fotografica: Il cantante in concerto, in viaggio e anche scatti di vita privata.
In particolare ammiriamo foto dagli shows di Detroit (25 maggio), Columbus (26 maggio), Dayton (27 maggio), non che alcune foto della famiglia Presley nell’ abitazione al 034 di Audubon Drive, Memphis.
All’epoca, parte di queste foto venne pubblicata nella rivista Look Magazine.

Il bonus CD, ormai presenza fissa di questo genere di pubblicazioni, ci fa ascoltare la registrazione live al Robinson Memorial Auditorium di Little Rock, Arkansas, del 16 maggio 1956. Una magnifica testimonianza sonora del periodo trattato, in nostro possesso da tantissimi anni grazie anche ai pirati. Niente di meglio avrebbe potuto accompagnare la lettura di questo libro che, rispetto agli altri della trilogia, potremmo considerare forse come il più interessante del gruppo, ma solo per appassionati e collezionisti di libri.